Cultivar in collezione







FRANTOIO

 

SINONIMI
Oliva lunga, Correggiolo, Frantoiano, Comune, Solciaro, Nostrato, Raggio, Rajo, Razza, Raggiolo, Crognolo, Razzo, Gentile, Bresa Fina, Infrantoio, Laurino, Pendaglio, Pignatello, Stringona.

ORIGINE, DIFFUSIONE, IMPORTANZA
Originaria della Toscana, si e' diffusa in tutta Italia ed in quasi tutte le zone olivicole del mondo.
La coltivazione cosi' estesa e' legata alla elevata e costante produttivita' di questa cultivar, ma, sopratutto, alla riconosciuta qualita' dell'olio (1, 3, 5).
Presenta una elevata sensibilita' al cicloconio (3, 4) ed una scarsa tolleranza alle avversita' climatiche (freddo), alla rogna ed alla mosca (6).

CARATTERISTICHE AGRONOMICHE
Autofertile, si avvantaggia della impollinazione incrociata ("Americano", "Leccino", "Maurino", "Mignolo" e "Pendolino").
Il "Frantoio" e' risultato un buon impollinatore per numerose altre cultivar (5).
L'aborto dell'ovario non supera in genere il 10% (5); in alcuni lavori sono stati segnalati valori di aborto prossimi all'1%.
La fruttificazione e' elevata e costante (5).
La maturazione e' scalare e tardiva.
L'olio e' molto pregiato, fine, sapido, aromatico (2, 3, 5).

ALBERO
VIGORIA: media
PORTAMENTO: semipendulo
CHIOMA: espansa e mediamente folta
NOTE: rami fruttiferi lunghi e sottili con cime risalenti (6).

FOGLIA ADULTA
FORMA: ellittico-lanceolata
CURVATURA: piana
SUPERFICIE: piatta e talvolta leggermente elicata
DIMENSIONE: media
ANGOLO APICALE: piuttosto aperto con mucrone ben visibile
ANGOLO BASALE: piu' stretto rispetto all'apice
POSIZIONE LARGHEZZA MAX: centro-apicale
COLORE PAGINA SUPERIORE: verde scuro
COLORE PAGINA INFERIORE: grigio-verde

DATI BIOMETRICI MEDI:
LUNGHEZZA mm: 58.01 (5)
LARGHEZZA mm: 14.25 (5)
RAPPORTO LUNGH./LARGH.: 4.21 (5)

INFIORESCENZA
STRUTTURA: lunga e rada
FORMA: paniculata
LUNGHEZZA MEDIA mm: 40-45 (*)
NUMERO MEDIO FIORI: 23-30 (5)
NOTE: I fiori, di media grandezza (corolla di 7 mm di diametro) sono riuniti su racimoli radi (5).
Sono frequenti mignole fogliose (5).

FRUTTO
COLORE ALLA RACCOLTA: verde, invaiato o nero
INVAIATURA: tardiva e graduale
FORMA: ovoidale allungata
SIMMETRIA: leggermente asimmetrico
POSIZIONE DIAMETRO MAX: spostato verso l'apice
DIMENSIONE: media
APICE: arrotondato
BASE: arrotondata, appiattita dove si inserisce il peduncolo
CAVITA' PEDUNCOLARE: circolare, piccola e superficiale
EPICARPO: punteggiato di piccole lenticelle e ricco di pruina

DATI BIOMETRICI MEDI:
PESO 100 DRUPE (g): 220 (5)
DIAMETRO POLARE mm: 19.71 (5)
DIAMETRO TRASVERSALE mm: 13.01 (5)
RAPPORTO DIAMETRICO: 1.49 (5)
NOTE: inserzione del peduncolo obliqua (5); mesocarpo biancastro ma rosso-violaceo sotto l'epidermide.

ENDOCARPO
FORMA: ellissoidale
SIMMETRIA: leggermente asimmetrico
DIMENSIONE: media
POSIZIONE DIAMETRO MAX: apicale
SUPERFICIE: piuttosto rugosa e corrugata nella parte apicale
SOLCHI FIBROVASCOLARI: piuttosto numerosi
ANDAMENTO SOLCHI FIBROVASCOLARI: longitudinale ed irregolare nel tratto apicale
PROFONDITA' SOLCHI FIBROVASCOLARI: media
FORMA DELLA BASE: rastremata
FORMA DELL'APICE: arrotondata
TERMINAZIONE DELL'APICE: rostro obliquo e ben evidente

DATI BIOMETRICI MEDI:
PESO 100 NOCCIOLI (g): 45 (5)
DIAMETRO POLARE mm: 14.70 (5)
DIAMETRO TRASVERSALE mm: 6.44 (5)
RAPPORTO DIAMETRICO: 2.20 (5)

BIBLIOGRAFIA

1. Baldini E., Scaramuzzi F. (1955). - Ulteriori indagini sulla validita' del metodo bio-statistico nella descrizione e classificazione delle cultivar di olivo. Ann. Sper. Agr., 9:171-186.

2. Basso M. (1958). - Contributo allo studio delle cultivar toscane di olivo. Indagini eseguite nella provincia di Pisa. Le cultivar coltivate sui monti pisani. Ann. Sper. Agr., 12:14-54.

3.Morettini A. (1950). - Olivicoltura. Ed. REDA, Roma.

4. Pansiot F.P., Rebour H. (1960). - Amelioration de la culture de l'olivier. Ed. FAO, Roma.

5.Scaramuzzi F., Cancellieri M.B. (1954). - Contributo allo studio delle razze di olivo coltivate in Toscana .
Indagini condotte in provincia di Livorno e nella valle del Cecina.
I e II parte. Ann. Sper. Agr., 9:1-120.

6. Tonini S. (1956). - Consigli pratici per l'incremento della olivicoltura. Isp. Prov. Agric. Macerata.

 

*) Rilievi condotti presso I.T.A., Pescia (PT)