Laboratorio di tecnologie in vitro e di crioconservazione

Il laboratorio possiede attrezzature, strumentazione e competenze per condurre studi di biotecnologie applicate alla micropropagazione, alla conservazione in vitro in crescita rallentata e alla crioconservazione di specie vegetali, in questo rispondendo alla richiesta di ricerca e sviluppo che perviene sia dal settore commerciale della propagazione in vitro, sia da enti pubblici coinvolti nella preservazione della biodiversità vegetale. Il laboratorio si compone di cappe a flusso laminare, strumentazione e celle climatiche ad alta intensità luminosa per la proliferazione e conservazione in vitro di colture selezionate di germogli e di linee di callo embriogenico. Dispone, inoltre, di un’attrezzata criobanca per la conservazione in azoto liquido di organi e tessuti vegetali. Le ricerche condotte spaziano dai sistemi innovativi di coltura e rigenerazione in vitro (micropropagazione, embriogenesi somatica, organogenesi, semi sintetici, coltura liquida in immersione temporanea), al perfezionamento delle procedure di conservazione dei germoli in crescita rallentata, allo sviluppo di tecniche innovative di crioconservazione mediante vitrificazione ed immersione diretta degli espianti in azoto liquido. Le analisi dei principali gas (CO2 e etilene) che si accumulano nei vasi di coltura e conservazione sono effettuate mediante gas-cromatografia a colonne impaccate, mentre le indagini isto-anatomiche sono condotte nel laboratorio di isto-anatomia e microscopia. Il laboratorio vanta numerose collaborazioni con Università e Enti di ricerca nazionali ed internazionali e con laboratori commerciali di micropropagazione. Il laboratorio è aperto al soggiorno di studenti italiani e stranieri che vogliono condurre ricerche originali e/o stage formativi, nonchè alla realizzazione di corsi specifici di formazione tenico-scientifica.

TEAM

Maurizio Lambardi (responsabile)
Carla Benelli
Anna De Carlo
Elif Aylin Ozudogru

Attività correnti

- Sviluppo di sistemi di rigenerazione in vitro (semi sintetici, embriogenesi somatica) e applicazione alle tecniche di crioconservazione
- Sviluppo di sistemi di rigenerazione in vitro (micropropagazione, sistema ad immersione temporanea) e applicazione alla propagazione e alla conservazione in crescita rallentata
- Crioconservazione di tessuti e organi (gemme apicali ed ascellari, linee embriogeniche, semi ed assi embrionali) di specie arboree mediante vitrificazione e immersione diretta in azoto liquido (-196°C)
- Analisi della componente gassosa (CO2, etilene) nei contenitori durante la coltura e conservazione in vitro di germogli

Apparecchiature principali

- Cella climatica ad elevata intensità luminosa
- 4 armadi climatici per la conservazione in condizioni di crescita rallentata
- Contenitori di azoto liquido (35 lt e 100 lt) per lo stoccaggio dei campioni in cryovials
- Bagno termostatato per lo scongelamento dei campioni
- Sistema di coltura ad immersione temporanea
- Gas-cromatografo a colonne impaccate per l’analisi di CO2 (TCD) e etilene (FID)

Keywords

conservazione in vitro
coltura in vitro
crescita rallentata
crioconservazione
embriogenesi somatica
biotecnologie
micropropagazione
semi sintetici

[Last updated on: 16-02-2016]
Navigando il sito ivalsa.cnr.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.