Validazione di prodotti agroalimentari proposti da piante da frutto presenti negli ecosistemi a rischio di estinzione

Le attività prevedono di identificare, nella biodiversità autoctona, ecotipi e varietà in grado di fornire frutti adatti ad essere trasformati in “nuovi prodotti” agro-alimentari dallo specifico valore nutraceutico. Obiettivo è dare risposte all’evoluzione dei gusti e delle esigenze nutrizionali dei consumatori senza trascurare la necessità di potenziare i sistemi locali territoriali di produzione e con essi la sostenibilità dell’ecosistema. Le ricerche di tipologie di “nuovi prodotti” risalgono alle tradizioni locali e mirano a selezionare la presenza di sostanze fitochimiche funzionali (vitamine, acidi grassi, antiossidanti, ecc.) che esaltino la specificità dell’alimento e forniscano effetti benefici sulla salute dell’uomo. Le varietà e gli ecotipi locali costituiscono di fatto un complemento alle risorse e allo sviluppo dell’economia locale; di finalizzare ed ampliare la disponibilità e il mercato dei prodotti tipici e di nicchia e, finalmente, di sostenere una gestione equilibrata del territorio e dell’agro-ecosistema necessario allo sviluppo rurale. Attualmente le ricerche sono indirizzate alla valorizzazione della biodiversità fitochimica di cultivar locali toscane di Prunus avium e Ficus carica dei territori di Lari e Arezzo per i ciliegio e di Carmignano per le produzioni di fichi.

Contatto

Raffaella Petruccelli

[Last updated on: 02-11-2015]
Navigando il sito ivalsa.cnr.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.