Studio dell'azione dei cambiamenti climatici sulla emissione di polline

I cambiamenti climatici caratterizzati da innalzamento delle temperature e scompensi temporali ed idrici stanno avendo vari effetti sui vegetali. All’interno delle collezioni dell’IVALSA è possibile vedere come le diverse piante e varietà abbiano comportamenti non omogenei ed alternanti. Le fioriture sono molto più scalari e molte volte si presentano in momenti diversi dal normale. Anche la formazione del fiore e la presenza del polline viene condizionata da questi eventi con effetti anche sul potenziale produttivo. L’emissione del polline da parte delle piante è interessante sotto due diversi aspetti: quello botanico, per gli effetti sulla fertilità e quello umano per gli effetti sulla salute delle persone soggette a reazioni allergiche. L’IVALSA in collaborazione con una impresa della Repubblica Ceca (Pharmallerga). Sta conducendo una serie di ricerche indirizzate alla caratterizzazione dell’emissione del polline da parte di varie specie arboree studiando quantità e qualità del polline prodotto annualmente. Obiettivo è quello di arrivare a una migliore valutazione del potenziale di emissione di polline e trovare un sistema di controllo e valutazione del contenuto proteico che ha riflessi sia sulla fecondazione che sui fenomeni allergici.

Contatto

Claudio Cantini

[Last updated on: 11-10-2016]
Navigando il sito ivalsa.cnr.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.