Systems biology dei meccanismi di risposta delle specie vegetali ai cambiamenti climatici: modelli per lo sviluppo di applicazioni biotecnologiche ed agro-forestali per la produzione di biomassa

I cambiamenti climatici in atto determineranno tra le altre conseguenza previste, una riduzione della disponibilità idrica o una sua diversa ripartizione temporale a livello stagionale, da cui la necessità di sviluppare in tempi brevi nuove strategie d’intervento in un’ottica di sviluppo sostenibile e gestione del territorio. In questo contesto risulta fondamentale comprendere le basi fisiologiche che determinano la risposta della pianta sotto stress e utilizzare gli output derivanti da studi integrati nei programmi di miglioramento genetico e/o nelle nuove strategie di utilizzo del territorio regionale (land sparing/land sharing). Il progetto si propone lo studio delle interazioni complesse a livello molecolare che s’instaurano nei sistemi biologici attraverso l’applicazione di un approccio di “system biology” su piante d’interesse agro-forestale. Tale strategia, innovativa nel caso delle specie legnose perenni, si basa sull’integrazione di dati sperimentali di tipo biochimico, anatomico, eco-fisiologico e biologico molecolare in un contesto di biologia computazionale con l’obiettivo di indagare e contribuire a definire le relazioni esistenti tra le componenti molecolari (geni, proteine, metaboliti) dei sistemi biologici e tra queste ed i fattori ambientali.

Enti coinvolti: Laboratorio di Evoluzione Microbica e Molecolare, Dipartimento di Biologia-Università degi Studi di Firenze (LEMM-UNIFI)

Team

Alessio Giovannelli (responsabile)
Giovanni Emiliani

 

 

[Last updated on: 02-11-2015]
Navigando il sito ivalsa.cnr.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.