Progetto Tre3 | Sistema strutturale ligneo per nuove esigenze abitative e logistiche

Il progetto di ricerca TRE3 ha come obiettivo lo sviluppo di una soluzione strutturale innovativa volta a soddisfare nuove esigenze abitative e logistiche. Scopo della ricerca è sviluppare un prodotto costruttivo e un processo edilizio caratterizzati da un’elevata modularità e versatilità.
Il prodotto è un modulo parete 2D in legno, realizzato combinando differenti sistemi costruttivi lignei.
Il principale punto di forza di tale prodotto è dato dalla modularità del sistema 2D, soprattutto se confrontata con i notevoli limiti di trasporto e di movimentazione dei moduli 3D pre-assemblati attualmente in commercio. Il prodotto strutturale proposto troverà applicazione in svariati settori: edilizia di emergenza (disaster-resilience), strutture temporanee a fini logistici (padiglioni per manifestazioni o fiere) strutture modulari di vario utilizzo.
Inoltre, l’applicazione di una nuova tipologia di connessione, recentemente sviluppata presso CNR-IVALSA, ne permetterà un montaggio rapido ed agevole, in modo da consentire processi di autocostruzione (realizzazione da parte di manodopera non specializzata).
Il progetto risponderà anche alla necessità di realizzare nuovi spazi abitativi a zero consumo di suolo, intervenendo sul patrimonio edilizio esistente attraverso sopraelevazioni. Particolare attenzione verrà data inoltre alla sostenibilità del prodotto.
La collocazione territoriale provinciale del progetto (Provincia Autonoma di Trento) rappresenta un contesto a favore del raggiungimento degli obiettivi preposti, grazie alla presenza di una ben strutturata filiera del legno ed alle elevate competenze tecnico/scientifiche del settore a servizio di un’economia legata ancora all’edilizia tradizionale ma allo stesso tempo volto a nuovi mercati.

TRE3 si connota come un progetto di ricerca e sviluppo multidisciplinare: a seguito di due anni di lavoro si passerà dall’idea progettuale a un prototipo iniziale, quindi ad un sistema ottimizzato “pronto all’uso”.
Per ottenere tale risultato, verrà seguito il metodo della ricerca scientifica integrato con il know-how dei partner aziendali e tecnico/scientifici esterni che apporteranno conoscenze e metodologie tipiche dello sviluppo di prodotti in campo industriale.

Il progetto ha una durata di 24 mesi ed è finanziato al 100% da Fondazione Caritro.

Team di ricerca

Andrea Polastri
Gaia Pasetto
Daniele Casagrande
Matteo Izzi
Ester Sinito
Albino Angeli

TRE3 anno 2017

Il progetto di ricerca “TRE3: Sistema strutturale ligneo per nuove esigenze abitative e logistiche” ha come obiettivo lo sviluppo di una soluzione strutturale innovativa, costituita da un sistema costruttivo modulare 2D in legno, volta a soddisfare nuove esigenze abitative e logistiche. Nel primo anno di lavoro, in accordo alla proposta progettuale, le attività svolte dal team di ricerca si sono concentrate sulla definizione di una sistema costruttivo e un processo edilizio caratterizzato da un elevato livello di prefabbricazione, basato sui principi della modularità e temporaneità.


Particolare attenzione è stata posta alle modularità del sistema costruttivo proposto, nonché alla possibilità di garantire un rapido montaggio e smontaggio degli elementi strutturali adottati in accordo alle esigenze proprie delle strutture di emergenza e, come espresso dalla realtà capofila, in relazione ai mercati edilizi per fini logistici e/o turistici.
Dopo un’attenta ed esaustiva analisi bibliografica nell’ambito di tali sistemi costruttivi, il progetto si è concretizzato nella definizione architettonica e strutturale dei moduli base 2D di parete, realizzati mediante un innovativo sistema strutturale in legno nato con l’obiettivo di unire i vantaggi derivanti dal sistema costruttivo a pareti portanti intelaiate a quelli del sistema costruttivo a pannelli a tavole incrociate X-Lam.

Al fine di garantire la piena modularità di tale sistema costruttivo, lo studio progettuale ha preso in considerazione tre moduli base (modulo pieno, modulo porta e modulo finestra) per tutte le unità abitative volte all’accoglienza temporanea.
L’ingegnerizzazione del sistema costruttivo è avvenuta considerando condizioni di carico (neve, vento e sisma) tali da soddisfare i carichi previsti dalla normativa per la quasi totalità del territorio nazionale. Modellazioni numeriche sono state eseguite al fine di valutare il comportamento dinamico delle unità abitative in caso di azione sismica. Cruciali nello sviluppo delle prime fasi della ricerca sono stati anche i test sperimentali in laboratorio su alcuni dispositivi innovativi di connessione volti a garantire il collegamento dei moduli parete al sistema di fondazione.

Il progetto ha coinvolto giovani ricercatori e realtà produttive in un dialogo costante. Con cadenza semestrale si sono tenuti alcuni workshop presso la sede di IVALSA con la partecipazione di tutti i partner del progetto (X-Lam Dolomiti, Rothoblaas, Fraunhofer Institute, Lund University). Oltre a questi, sono state organizzate frequenti riunioni presso IVALSA o presso le sedi delle aziende coinvolte.

Molto curata all’interno del Progetto TRE3 l’attività di disseminazione dei risultati ottenuti nelle diverse fasi di lavoro. Significativo spazio per il Progetto TRE3 è stato dato all’interno di un episodio della trasmissione Memex – I luoghi della scienza (Episodio 15 – in onda il 26 settembre 2017), trasmesso dal canale Rai Scuola. L’episodio della trasmissione televisiva è dedicato interamente alla presentazione di alcune realtà di ricerca legate al territorio del trentino.
La divulgazione scientifica, durante questo primo anno di lavoro, è stata effettuata mediante la partecipazione a convegni internazionali e con la  pubblicazione di 3 articoli scientifici.

[Last updated on: 29-01-2018]
Navigando il sito ivalsa.cnr.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.