prodotti tipici e qualità nutraceutica
prodotti tipici e qualità nutraceutica
esempio di biodiversità di frutti
esempio di biodiversità di frutti
oli monovarietali
oli monovarietali
prodotti essiccati
prodotti essiccati

Sviluppo di prodotti agroalimentari tradizionali del territorio ad alta qualità nutraceutica

La qualità nutraceutica dei prodotti agroalimentari tradizionali, congiunta con i sistemi locali di trasformazione industriale, è una scelta che concorre a caratterizzare il made in Italy e con esso a specializzare sia il valore della biodiversità sia la vocazionalità del territorio, quest’ultima intesa non solo come luogo di produzione ma come luogo portatore di valori culturali.
Tale scelta, che aggiorna il rapporto storico tra paesaggio e prodotto tipico, sviluppa occupazione e ripopolamento delle aree rurali ed accresce la potenzialità dei sistemi locali verso un reale modello di sviluppo sostenibile. Tra l’altro, è ormai acclamato che il tentativo di valorizzare la biorisorse, legate alla vocazionalità del territorio, costituisce elemento di complementarietà e coerenza alle proposte e strategie previste dalla programmazione nazionale e comunitaria in materia di tutela della biodiversità a rischio di estinzione.
Il progetto comprende due linee d’attività. La prima è sviluppata per proporre nuovi prodotti agroalimentari (confetture e succhi di pesca o ciliegia; oli extra vergini di oliva monovarietali) più ricchi di composti essenziali per la salute (acidi fenolici, antociani, flavonoidi, fitosteroli, ecc) e tipici, per essere ottenuti da vecchie varietà o razze, specifiche di realtà territoriali; la seconda, è dedicata alla messa a punto di metodologie analitiche applicate a nuovi dispositivi ottici che possono divenire innovativi per l’industria agroalimentare. Si tratta di sistema sensoriale completo (tecniche ottiche colorimetriche, sensori micro-ottici e laser) che esprime il profiling di eccellenza degli oli extra vergini di oliva, con misure che predicono e certificano: indicatori di qualità nutrizionale e nutraceutica, sicurezza alimentare (presenza negli oli extra vergini di eventuali inquinanti quali oli di oliva raffinati, di sansa raffinato e deodorati) e tracciabilità di prodotto (provenienza geografica).

Team

Claudio Cantini
Raffaella Petruccelli

pubblicazioni recenti

A.G. Mignani, L. Ciaccheri, H. Ottevaere, H. Thienpont, L. Conte, M. Marega, A. Cichelli, C. Attilio, A. Cimato. (2011) - Visible and near-infrared absorption spectroscopy by an integrating sphere and optical fibers for quantifying and discriminating the adulteration of extra virgin olive oil from Tuscany. Analytical and Bioanalytical Chemistry (2011) 399:1315–1324.

A.G.Mignani, L. Ciaccheri, A.A. Mencaglia, N. Diaz-Herrera, P.B. Garcìa-Allende, H. Ottevaere, H. Thientpont, C. Attilio, A. Cimato, S. Francalanci, A. Paccagnini, F.S. Pavone. (2009) – Optical spectral signatures of liquids by means of fiber optic technology for product and quality parameter identification”. Journal of the European Optical Society, vol.4, 2009, doi: 10.2971/jeos.

Keywords

Biodiversità
Pomologia
Marcatori biochimici-molecolari
Qualità nutraceutica
Tracciabilità
Sicurezza alimentare

[Last updated on: 02-11-2015]
Navigando il sito ivalsa.cnr.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.